Seconda vittoria consecutiva, Celtics lanciati al primo posto del girone I.

Sembra che i Celtics abbiano preso gusto a vincere. Sabato pomeriggio infatti è arrivata la seconda vittoria consecutiva in campionato, ai danni dei Thunders Trento, con il punteggio di 14 a 12.Il match si è disputato in casa dei trentini, sotto un caldo sole primaverile, accompagnato da un clima afoso che ha certamente reso le cose difficili per entrambi i giocatori dei due team.

IMG-20160403-WA0015

I Celtics Dolomiti si presentavano con gli onori del primo successo ufficiale in campionato contro i Redskins Verona, il quale, certamente ha amplificato non tanto le qualità tecniche della squadra ma bensì le motivazioni e la voglia di continuare la striscia positiva di successi positivi per ambire a quel risultato solo immaginato ad inizio campionato. D’altra parte i Thunders Trento avevano la necessità di riscattarsi da un brutto inizio di campionato, caratterizzato da pochi punti subiti ma soprattutto da pochi punti fatti, combinazione che ha portato i fulmini di Trento a restare a secco in merito a vittorie.

Veniamo ora alla partita. Il lancio della moneta fa partire i bellunesi in attacco, il quale fatica a trovare il giusto ritmo sotto la guida del QB Bruno Boscia ma, è solo questione di tempo, infatti nel secondo quarto i Celtics si portano in vantaggio con una bella corsa di Waily Jimenez che riesce a perforare la difesa avversaria. La trasformazione da un punto fallisce e il risultato si porta sullo 6-0 per gli ospiti. Trento non ci stà, mette sul terreno di gioco tutta la fisicità e la velocità dei sui runningback e comincia a martellare la difesa dolomitica con numerose corse centrali e laterali, comunque ben sopportate dalla linea e dai linebackers per tutto il primo tempo di gioco. Nei primi due quarti sono stati rari i lanci dell’attacco trentino, alcuni precisi e completati ed altri fuori misura, in ogni caso sotto l’attenta copertura dei defensiveback celtici. La prima metà del match si chiude con i verde argento in vantaggio. Va segnalato l’infortunio a Bruno Boscia, una distorsione al ginocchio che lo ha messo fuori gioco, la cui entità è da valutare nelle prossime settimane.IMG-20160404-WA0008

Nel secondo tempo Trento comincia a spingere sull’acceleratore, imposta l’attacco sul power football, il quale mette alla corda la difesa bellunese a corto di cambi. I padroni di casa macinano yards e nel terzo quarto pareggiano col fullback Attila Bonacci che, a pochi passi dalla end zone segna con una corsa laterale sfruttando i buoni blocchi della linea offensiva. Il calcio della trasformazione non entra tra i pali e così è perfetta parità, 6-6. I Celtics non perdono la calma, l’attacco comincia ad alternare schemi di corsa con alcuni lanci, restando a lungo in campo facendo rifiatare la difesa. In cabina di regia va il giovane Omar Curto, il quale si alterna con il rientrato Yoel Blanco, mantenendo sempre una discreta tranquillità, perfetta per far funzionare le chiamate dei coaches. Sul finire del terzo quarto, Waily Jimenez riesce a leggere alla perfezione i puti deboli della difesa trentina e con un’altra magistrale corsa segna e porta nuovamente in vantaggio i suoi. La trasformazione da due punti viene lanciata da Blanco e ricevuta da Curto, dunque Celtics avanti 14-6. L’ultimo quarto sembra non passare più. L’attacco dei Thunders continua a correre, viene fermato in due occasioni dal sack di Silvio De Mio e da un fumble ricoperto dell’ottimo Francesco Giuliano ma, sempre a pochi passi dall’area di meta Attila Bonacci sfonda la linea difensiva e segna. Trento sceglie la trasformazione da due punti per poter pareggiare ma la corsa esterna viene fermata ad una yard da Luca Boscia che mantiene il punteggio sul 14-12. Nel finale, un drive non perfetto dell’attacco bellunese regala la palla ai Thunders che hanno la possibilità con un field goal di sorpassare gli avversari ma niente, la palla esce dai pali e così a 19 secondi dalla fine i Celtics si inginocchiano mettendo la parola fine alla partita.

IMG-20160404-WA0037

Questa vittoria, con i risultati delle altre squadre che compongono il girone I, porta i Celtics Dolomiti al primo posto del girone stesso, un risultato inaspettato, frutto di molto impegno e determinazione, da difendere ad ogni costo nelle partite di ritorno.